postilla al mal d’africa


variazione sullo straniero di camus

esorcismo di esilio

(lo speriamo tutti)

c.

Ci si ritrova

stranieri

dalla madre

dal dio invocato

dai preti

dagli avvocati

dalle regole

che si sgonfiano

risultando

abitudini

forse basterebbero

le tette di maria

le onde di un mare

un caffè

del vino

fumo

senza filtro

in culo alla morte

sorella giudiziosa

alle iperboli

e alle ipotetiche

prossime

vite promettenti…..

sapendo

che il sole scalda

anche i cimiteri

le lapidi

e l’infinita

solitudine

da bipedi

presuntuosi

e che basta

un incidente

per cancellare

se medesimi

annegandosi

nell’indifferenza

ben educata

dei simili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...