prime afosità

il paesaggio è una villa daqualcheparte nell’isolachec’è, non troppo lontana da palermo

è una villa cadente e decadente, da gattopardo scappato con una gatta in calore e senza colore

il paesaggio è un cancello arrugginito, quattro cani per strada di razza ma di razze diverse, che fa caduta di stile,

i muri scrostati sono, con un residuo di olio,

il paesaggio è una finestra con un pezzo di blu e di giallo

e una tenda troppo pesante per stare su

il paesaggio è una tavola con una tovaglia chiara e damascata, lisa, che struscia per terra

e senza tovaglioli, anzi, con i tovaglioli tuttidiversi,

le posate pesanti e un po’ storte d’argento, anche un pò scure e di due tipi diversi e mescolati,

il paesaggio è un vassoio di pasta corta e pesceanchepovero e melanzane e rossopomodoro.

il paesaggio sono io, con la guantiera in mano, che rido.


c.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...