Archivi giornalieri: mercoledì, 21 giugno, 2006

soltizio di estate: ondo e ridondo

Oggi, giorno di solstizio

(molto meglio di equinozio)

Tra un’inezia e una facezia,

un’inutile minuzia,

ho deciso: mi do all’ozio

e rifletto sul prepuzio.

Valutato quell’indizio,

lascio il mio uffizio,

interrompo ogni negozio,

firmo un armistizio,

e scappo anche dal comizio.

Abbandono anche il giudizio,

lo confesso meglio il vizio.

E mi basta un solo Tizio

Con ogni nome, anche fittizio

Che sia Muzio, Fabrizio,

Maurizio o anche Properzio

Me ne avvalgo dall’inizio

per un intimo sodalizio,

un acrobatico esercizio,

un simpatico servizio:

voglio togliermi lo sfizio.

E quando alfine sarà uno strazio

lo butterò dal precipizio,

dritto dritto al suo ospizio

pretermettendo lo sposalizio.

Nessun rapporto è un vitalizio,

per un po’ io lo delizio

poi mi stanco e lo giustizio.


Chiarizia Borgia.

appro-fitto di questo spazio per un uso personale.

(Del resto questo spazio è mio e posso pecularlo, corromperlo, concurrerlo,

concupirlo quanto voglio.)

La mia chiAMICA oggi fa il compleanno.

Non è mica un caso che lei sia nata nel solstizio di estate e io in quello di inverno.

Le complementarietà astrali non sono uno scherzo.

Quindi,

come si dice tra indiani:

AUG-URI.