gintris.

“Ubriaco di trementina e di lunghi baci,
guido il veliero delle rose, estivo,
che volge verso la morte del giorno sottile,
posato sulla solida frenesia marina”, dice Neruda Pablo.

è tautologicamente inebriante essere ubriachi.
essere ubriachi senza bisogno di bere.
essere ubriachi bevendo.
essere ubriaChiara, per quanto di mia competenza.

UbriaChiara di:
a) io so chi;
b) nero d’avola;
c) cosmopolitan.

quando non si può
ho un barbatrucco.
il gintris.

che ha il grosso vantaggio di farmi (ci-vi-si) brillare di brillitudine propria
anche quando non si può o non si deve
o manca la materia prima (l’alcool), la materia seconda (il ghiaccioellimone), la materia terza (il bicchiere), in-somma (ma due più due, farà quattro?)
insomma nelle micropause non dormienti di lavoro.

da qualche parte si può scaricare.
(non devo certo io spiegare come quando dove e perchè).

il gintris.

funziona come il tetris. ma al posto del rettangolo c’è un bicchiere ghiacccio e limone.
e al posto del lego ci sono delle bollicine di gin colorato.
scoppiano a quattro a quattro, dello stesso colore, ovviamente.

è una metafora della vita,
(del resto tutto nella vita può essere una metafora della vita).

attenzione,
dà dipendenza.
e anche questa è una metafora della vita.

7 thoughts on “gintris.

  1. bye bye bombay ha detto:

    ma che lavoro fai?
    perchè comincia a interessarmi questa tua fervente attività lavorativa

  2. ossimorosa ha detto:

    ma può svolgere la funzione del tetris pro-pisolino?

  3. Suarez ha detto:

    il gintris è una palla immonda. Per passare il tempo meglio cantarsi in testa, partendo da note casuali, (per i principianti va bene anche il do centrale)gli intervalli di terza maggiore, quinta bemolle e sesta minore. Il blog l’ho chiuso perche sono cambiato.
    Magari poi ne apro un’altro.
    Beh,……. so contento

  4. balthazaar ha detto:

    In fatto di sbronze so il fatto mio.
    Ma sono un uomo all’antica-mera.
    Mi garba di più il liquido alcoolico
    che il cristallo liquido del monitor.
    Ultimamente son tornato al vecchio amore,
    il vino. Neruda Paolo le sapeva tutte,
    o quasi, d’amore, di vino e di cosmopolitan.
    Brindo a te!

  5. giadg33 ha detto:

    bello gioco è. è che noi siam poveri e lo facciamo con le caccole.
    il divertimento è uguale. solo un po’ più appiccicoso. ma anche questa è una metafora della vita.

  6. mikestain ha detto:

    Io ho avuto il pacere di conoscerti un po’ ubriachiara…purtoppo non sei più passata a lasciare commenti. Verrai il 20 all’ambasciata?
    michele

  7. archiaudaci ha detto:

    info bai bai bombei: vendo spremute di melograno.

    info ossimorosa: ottimaMente. quasi come giocare a tetris ubriachi.

    info suarez: contenta sono che sei contento. io sono allegra perchè sono cretina, come direbbero i tetes de bois.

    info elefante: non so se ci credo a neruda pablo che si fa un cosmopolitan. però forse si.

    info giadg: MalaMente. come ho avuto modo di farti notarTi visavì, le bolle devono essere di colori diversi…

    info mikestain: il 20 devo portare le spremute di melograno fuori firenze, ma se torno in tempo vengo dall’ambasciatore.

    c.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: