Archivi categoria: casaLingue disperate

CasaLingue disperate (at work). dialogo tipico n. 3

[Nonostante non ci sia stata nessuna richiesta in proposito, e approfittando del fatto che due negazioni affermano, quindi evidentemente ci sono state delle richieste quantomeno telepatiche, torna su questi schermi il Chiarality show, arricchito di nuovi contenuti rispetto alle precedenti edizioni… ]

 

Lei:” buongiorno, sono venuta a ritirare i verbali dell’esame”.

Il portiere (o il portinaio): “buongiorno. quanti sono oggi?”

Lei: “quarantatre”.

Il portiere: “accipicchia” (ok, non ha detto proprio accipicchia). “e come mai secondo Lei?”

Lei: “forse perché è l’ultimo appello?”

Il portiere: “No. Solo perché Lei è bella”.

Lei: “Grazie per la stima. Comunque non funziona. Almeno la metà degli studenti è femmina”

Il portiere: “Si ma sono lesbiche”.

Sempre il portiere: “A proposito, a Lei piacciono le donne?”.

 

ps. ogni riferimento a fatti persone cose animali esistenti, racconti di amiche, lettera o testamento, dire fare baciare, è puramente casuale (o causale?)

CasaLingue disperate. dialogo tipo n. 2.

PROLOGO: Un qualsiasi momento. Lei torna a casa di corsa. Le scappa la doppia pi. Non si accorge che la tavoletta del wc è alzata. Scivola malamente.

DIALOGO:
Lei: non è che le donne rompono le scatole con la storia della tavolozza alzata per il gusto di rompere le scatole.
Lui: ah no???!!!???
Lei: no. è che siccome le donne fanno la doppia pi al contrario se non si accorgono che è alzata cadono di sotto.
Lui: (variante A): preferisci che io la faccia con il coperchio chiuso?
(variante B): preferisci che io schizzetti tutta la tavoletta?
(variante C): non sono stato io.

EPILOGO POCO HAPPYLOGO: …..

ps. ogni riferimento a fatti persone cose animali esistenti, racconti di amiche, lettera o testamento, dire fare baciare, è puramente casuale (o causale?)

CasaLingue disperate. dialogo tipo n. 1.

PROLOGO: Domenica mattina. Lei sta sbrinando il freezer e pulendo il frigorifero.

DIALOGO.
Lei: nel frattempo mi leggi il giornale?
Lui: no.
Lei: mi racconti una storia?
Lui: no.
Lei: mi dici almeno che sono brava?
Lui: tanto lo so che ti diverti a farlo.

EPILOGO poco HAPPYLOGO: ……..

ps. ogni riferimento a fatti persone cose animali esistenti, racconti di amiche, lettera o testamento, dire fare baciare, è puramente casuale (o causale?)